Scarcerato Antonello Montante, disposto l’obbligo di dimora ad Asti

Antonello Montante, ex presidente di Confindustria Sicilia, torna in liberta’. Avra’ solo l’obbligo di soggiorno nel Comune di Asti. Montante, lo scorso anno, a maggio, e’ stato condannato a 14 anni di reclusione perche’ accusato di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e accesso abusivo a sistema informatico. E’ stata la Corte d’Appello di Caltanissetta ad accogliere l’istanza presentata dai suoi legali. Il 26 marzo invece iniziera’ in Appello, a Caltanissetta, il processo di secondo grado. Montante era agli arresti domiciliari nella sua villa di Serradifalco, paese di cui e’ originario. Secondo l’accusa, l’imprenditore nisseno avrebbe costruito con la complicita’ di esponenti delle forze dell’ordine che beneficiavano dei suoi favori, una rete di spionaggio per avere informazioni sull’indagine per concorso in associazione mafiosa aperta a suo carico dai pm nisseni e spiare quelli che riteneva i suoi avversari con dossier su di loro. (AGI)