Sciacca, tribunale del Lavoro condanna l’Asp di Agrigento a risarcire i propri dirigenti medici

Il Tribunale di Sciacca sezione Lavoro, accogliendo le tesi difensive dell’avvocato Margherita Bruccoleri, ha condannato l’Asp di Agrigento, in favore di alcuni dipendenti Dirigenti Medici responsabili di Struttura semplice, responsabili di struttura complessa,e dirigenti titolari di incarico professional , al pagamento di circa 35.000,00 spese legali e interessi, a titolo di risarcimento del danno da inadempimento contrattuale da questi subito.
Più precisamente, l’Asp di Agrigento avrebbe dovuto corrispondere in favore dei suoi dipendenti Dirigenti medici, ogni mese un importo a titolo di indennità di posizione variabile aziendale, così come previsto dal contratto sottoscritto tra le parti.
L’Asp si sarebbe difesa evidenziando di non avere potuto liquidare la predetta indennità a causa della mancata operazione di graduazione delle funzioni, pesatura e di altre operazione propedeutiche in tal senso.
L’avvocato Margherita Bruccoleri ha dimostrato che detto comportamento omissivo da parte dell’Asp di Agrigento è fonte di responsabilità , e che la corresponsione dell’indennità agli aventi diritto è oggetto di un obbligazione contrattuale il cui omesso adempimento ha come diretta conseguenza il diritto al risarcimento del danno
Il Tribunale di Sciacca sez Lavoro ,condividendo la tesi difensiva dell’Avv.Margherita Bruccoleri ha condannato l’Asp di Agrigento al risarcimento del danno in favore dei dirigenti Medico ricorreni, nella misura di circa 35.000,00, spese legali e interessi .