Agrigento, sorpreso con 20 dosi di marijuana: arrestato 21enne

Ennesimo arresto per droga, nell’ambito dell’operazione ‘Piazza Pulita 2’, eseguito dai Carabinieri della Stazione di Villaggio Mosè e della Sezione Radiomobile della Compagnia di Agrigento nei confronti di un cittadino gambiano di 21 anni, colpito da divieto di dimora ad Agrigento. Era stato già arrestato dai militari poco meno di una settimana fa per il medesimo reato. In tasca aveva 20 dosi di droga pronte ad essere vendute.Continua imperterrita l’attività antidroga “Piazza Pulita 2” dei Carabinieri della Compagnia di Agrigento nel centro della città, lungo via Atenea e per le strade più frequentate dagli agrigentini, laddove i pusher aspettano i loro clienti, pronti a vendere a prezzi concorrenziali le loro droghe. Da inizio anno sono stati eseguiti già quattro arresti per reati in materia di sostanze stupefacenti, tutti nel quartiere “Ravanusella” e nel centro storico. In quest’ultimo caso, nella giornata di ieri, è stato fermato un ragazzo gambiano di 21 anni mentre aspettava i suoi clienti in via Pirandello. Appena sottoposto a controllo da due pattuglie, ha provato a fuggire divincolandosi dai militari.

Il tentativo è stato però vano ed i militari, che già conoscevano il pusher, lo hanno bloccato dopo una violenta colluttazione e lo hanno accuratamente perquisito. Dalle tasche del giovane sono sbucati ben 85 grammi di marijuana già confezionata in dosi. I militari hanno quindi arrestato il ventunenne per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e resistenza a Pubblico Ufficiale, accompagnandolo successivamente al carcere di Agrigento. Dagli immediati accertamenti è emerso che il pusher era già destinatario di un divieto di dimora ad Agrigento, misura questa evidentemente non particolarmente rispettata.Prosegue dunque senza sosta, sulla scia dell’Operazione ‘Piazza Pulita’ eseguita la scorsa primavera, il contrasto alla “movida” senza regole a tutela degli agrigentini, volta a scoraggiare e fermare drasticamente ogni condotta di spaccio di sostanze stupefacenti nel centro storico, per garantire sempre maggiore tranquillità alla cittadinanza. (LaPresse)