Carnevale di Sciacca continua dopo la tragedia? Vertice al Comune, bufera social sul sindaco Valenti

Dopo la tragedia di ieri, in cui ha perso la vita un bimbo di 4 anni, dovrà essere annullato o no il Carnevale di Sciacca? Per stabilirlo una riunione, presieduta dal sindaco Francesca Valenti, tra l’amministrazione, forze dell’ordine, protezione civile e gli organizzatori, è in corso al Comune. Nel frattempo il primo cittadino ha rilasciato alla stampa alcune dichiarazioni diffuse online – “ovviamente non è una decisione che compete al sindaco” – che stanno già scatenando polemiche e dure reazioni su Facebook da parte di tanti cittadini.

Scrive Riccardo Sutera: “Falsa, tu sei consapevole dei tuoi doveri mancati, un sindaco dovrebbe battersi in prima persona contro ciò che non è corretto. Un buon capitano quando affonda la nave, a prescindere se è di esso la colpa, se ne assume le piene responsabilità. La tua vigilanza sul territorio dove sta? Sul buongiorno Sciacca? Chi autorizza e approva determinate cose? Scarica barili che non siete altro! Nel mentre i bambini pagano”. E Salvatore Caponetto: “Il primo cittadino cioè il sindaco, non ha bisogno di riunione, deve dare subito ordinanza di annullamento per rispetto del piccolo angioletto, e per tutta la comunità”.

In effetti al sindaco basterebbe firmare un’ordinanza per annullare la manifestazione, ma ciò su cui si sta discutendo in queste ore sono le possibili conseguenze sul piano economico e giuridico. Così Giovanni Fauci: “Che sia annullata la festa,ne abbiamo già visto abbastanza, non si può continuare una festa con un lutto del genere”. Aggiunge Tiziana Ribecca: “Davanti alla morte di un bambino? Cosa devono decidere non c’è bisogno di prendere decisioni si annulla tutto e basta chi ha un cuore capirà. R.I.P piccolo”. E Vitalba Bacchi scrive: “Annullate tutto non è umano, è festa di dolori e perdizioni ogni anno uno basta, prima la sicurezza poi il resto ciò che non c’è mai stata”. Commenta Fab Lee: “Questa signora è il sindaco del comune di Sciacca nonché autorità locale di pubblica sicurezza! A lei e solo a lei spetta la decisione di proclamare il lutto cittadino e a lei e solo a lei spetta la decisione di sospendere la manifestazione! Se non sei in grado di fare il sindaco cambia mestiere! Ma quale vicinanza sta mostrando alla madre? Quella degli interessi del carnevale? Si vergogni!”. Scrive Maria Grazia Sicari: “Annullate tutto è impensabile fare festa in questo momento”. E Marianna Pizzo: “Da umani dovete annullare tutto. Solo alla festa si pensa”. Aggiunge Giuseppe Pumilia: “Il sindaco ha messo già le mani avanti. Mi pare che non abbia la volontà di annullare la festa”.

E Marykò Cammalleri: “Annullare tutte le serate! Rispetto rispetto rispetto! Non c’è più animo! È una tragedia molto pesante, sia in primis per i familiari! Si sa quanti sacrifici e tempo c’è per ogni carro, ma è impensabile continuare ridere e ballare! O per lo meno, se si vuol fare, a carri fermi in centro e senza musica per tanti altri bambini che aspettano con ansia questa festa, a loro non importano le musiche e i balli, a loro importa, poter mascherarsi dal loro personaggio preferito e buttarsi addosso dei coriandoli colorati, per aver sempre più il loro sorriso gioioso! Sentite condoglianze alla famiglia, riposa in pace piccolo angelo”.