VIDEO | Inno del Carnevale di Cattolica Eraclea scritto da Alfonso Licata: ”Salvini cumminasti un veru ‘mbernu…”

“Salvini cumminasti un veru ‘mbernu quannu acchianisti drittu a lu guvernu, e i cinqu stelli ficiri lu sbagliu di mettiti ddra ncapu a lu cunsigliu”. Così comincia l’inno del Carnevale Cattolicese 2020 scritto e arrangiato dall’artista Alfonso Licata che – come il carro “La Repubblica delle banane” che rappresenta uno squalo, cavalcato da un migrante che ingoia il leader della Lega Matteo Salvini – riempie di significato politico di grande attualità la manifestazione carnascialesca. Un testo che non lascia spazio ad equivoci e che affronta con coraggio e schiettezza la questione dei migranti senza il timore di poter apparire impopolari, visti i tempi che corrono e il “clima d’odio” generale alimentato ad arte. Ma è un inno che sembra interpretare nel migliore dei modi lo spirito dei cattolicesi rispetto al tema dell’accoglienza dei migranti che arrivano nella nostra terra in fuga da guerre e persecuzioni o in cerca di un futuro migliore.

Il Carnevale Cattolicese 2020 promosso dall’amministrazione comunale è iniziato ieri con un minuto di silenzio e dei palloncini bianchi lanciati in volo per commemorare il piccolo Salvatore, il bimbo di quattro anni che ha tragicamente perso la vita venerdì scorso in un incidente a Carnevale di Sciacca.  “Il sindaco, la giunta e l’amministrazione tutta si unisce al dolore della famiglia del piccolo angelo volato via. Riposa in pace piccolo, che la tua la triste storia serva da monito a tutti noi quanti. In occasione della prima giornata del Carnevale Cattolicese, all’arrivo del carro allegorico in piazza, un minuto di silenzio per commemorare la tragedia”, hanno scritto in un post su Facebook il sindaco di Cattolica Eraclea Santo Borsellino e l’assessore allo Spettacolo Giuseppe Terrasi.

La manifestazione si concluderà martedì 25 febbraio, a sfilare per le vie cittadine un carro allegorico e tre gruppi mascherati formati da tanti giovani: “A mari semu”, “Ahi, ahi, semu ni li guai” e “Il Re Leone”. Hanno collaborato per i ballo le palestre ASD Olympia Center di Caterina Rizzuto e  Asd Training and Relax di Antonella Messina e l’istruttore di danza Antonino Piruzzo. Il carro è stato realizzato dal comitato “Senza futuro”  composto da Giuseppe Asaro, Rosario Scalia, Saverio Lucia, Rossella Sala, Simone Marsala, Greta Marsala, Stefano Gentile, Antonio Di Pisa,  Filippo Farruggia, Giuseppe Nocera, Francesco Sciortino, Francesco  Sciortino, Maik Francavilla, Cesare Curreri e Tonino Bongiorno. Al termine delle sfilate lungo le vie del paese, i gruppi mascherati si esibiranno con canti e balli nelle due piazze comunali. Lunedì mattina 24 febbraio è prevista la sfilata e l’esibizione in piazza degli alunni dell’Istituto comprensivo “Ezio Contino”. “Grazie a tutti coloro che ogni anno si adoperano a portare avanti questa gioiosa manifestazione. Buon Carnevale a tutti!”, ha detto il sindaco Santo Borsellino.