Coronavirus, Musumeci: ”Pretendiamo controlli arrivi adeguati”

“Il controllo dei passeggeri in arrivo in Sicilia e’ di esclusiva competenza dello Stato, non della Regione. Ci e’ stato confermato dal capo della Protezione civile nel corso del Consiglio dei ministri, che sono stati effettuati i controlli previsti sui passeggeri in arrivo negli aeroporti siciliani. Continuo a ribadire che la notizia non e’ del tutto vera: i controlli non sono stati fatti a tappeto ma saltuariamente. Non e’ stata un’attivita’ costante, massiccia e quindi efficace”. Lo ribadisce il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, incontrando la stampa a Palazzo d’Orleans al termine della riunione con tutti i prefetti dell’Isola. “A parte gli aeroporti, poi c’e’ il problema di chi arriva con i treni e li’ non e’ stato effettuato alcun controllo cosi’ come con i bus di linea – ha proseguito – credo di avere il diritto e il dovere di chieder che la Sicilia non diventi la terra di approdo per chi sa che qui non trova alcun controllo e quindi alcuna barriera. Noi siamo anche una regione di frontiera sul Mediterraneo, pretendiamo che i controlli siano fatti a tappeto e in maniera severa: questo abbiamo chiesto verbalmente stamane nella seduta del Consiglio dei ministri”. (AGI)