Coronavirus, 12 ricoverati all’ospedale di Caltanissetta

Sono tre i pazienti ricoverati in terapia intensiva al Covid dell’ospedale Sant’Elia, a Caltanissetta. Si tratta di un paziente proveniente da Licata, di un altro di San Cataldo mentre il terzo e’ della provincia di Agrigento: su quest’ultimo si aspetta ancora l’esito del tampone. Sono invece 9 i pazienti risultati positivi al Covid-19 e ricoverati nel reparto di Malattie Infettive dell’ospedale nisseno. Di questi 5 sono di Caltanissetta, 2 arrivano da San Cataldo e 2 sono della provincia di Agrigento. A questo numero bisogna aggiungere 5 persone risultate positive e che attualmente si trovano a casa in condizioni di salute stabili e che non prevedono l’ospedalizzazione. A fornire i dati il direttore generale dell’Asp di Caltanissetta, Alessandro Caltagirone, che conferma l’incremento dei casi “verosimilmente dovuto a comportamenti non conformi alle direttive ministeriali e circoscritto a situazioni in atto tracciate dagli uffici preposti dell’Asp e contenute con gli obblighi di quarantena. Pertanto – ribadisce Caltagirone – si raccomanda ancora una volta l’obbligo di permanenza domiciliare, unico strumento consistente per il contenimento della diffusione virale”. Intanto il direttore generale dell’Azienda rende noto di essere stato informato dal direttore di Malattie Infettive, Giovanni Mazzola, “relativamente al miglioramento delle condizioni di salute della paziente ricoverata per Covid-19 e proveniente da Sciacca, alla quale gia’ domani verra’ effettuato il primo tampone utile alla valutazione pre-dimissione (eventuale secondo tampone dopo 24/48 ore)”.