Giornata mondiale sull’Autismo, Pullara: ”Vicino tutte le persone autistiche che vivono con più difficoltà isolamento forzato”

“Oggi si celebra la giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo, e aggiungo nell’anno del Coronavirus”. È quanto dichiara il deputato regionale l’on. Carmelo Pullara capogruppo popolari e autonomisti all’Ars. “Tutti -dichiara Pullara-stanno vivendo giorni difficili causati dalla diffusione del coronavirus. C’e’ chi però deve affrontare l’emergenza in situazioni estremamente complesse. Si tratta delle persone autistiche. Cosi anche la giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo che si celebra il 2 Aprile assume ai tempi della pandemia di Covid19 un valore inedito. La situazione è difficile. Gli adulti autistici stando chiusi in casa rischiano di perdere le conquiste acquisite con anni di terapia e anche i più piccoli vivono in condizioni critiche. La scuola, che spesso era l’unico luogo di socialità è chiusa e molti alunni autistici soffrono in maniera particolare. Tantissimi bambini -aggiunge Pullara- si sono ritrovati a dovere convivere con una nuova realtà: stare in casa costretti a ristabilire quel fragile equilibrio tra educazione e convivenza in famiglia. Non è semplice per nessun bambino al mondo a maggiore ragione per chi, come loro, vive una vita fatta di attenzioni diverse.

Chi meglio di un genitore può spiegare cosa si prova a vivere con degli angeli smarriti. Certo non spetta a me farlo ma vivo ogni giorno le storie di chi è in difficoltà con dei bambini definiti speciali, perché speciali lo sono davvero per la loro sensibilità. Apprezzo moltissimo l’iniziativa di molti di pubblicare sui social foto e disegni di colore blu che identifica l’autismo. Oggi voglio rivolgere la mia attenzione e la mia vicinanza in particolare a tutte le persone autistiche che vivono con ancor più difficoltà l’isolamento forzato. Una realtà troppo difficile da gestire. Una realtà -conclude Pullara- che come un giorno mi venne descritta sembra quella di tanti piccoli angeli caduti sulla terra senza libretto di istruzione. Istruzioni che solo persone qualificate e specializzate come: insegnanti di sostegno, asacom nelle scuole e psicologi e tante altre figure specializzate fuori dall’orario scolastico,riescono a impartire ridando loro la forza di volare con le proprie ali e la serenità alle famiglie .”