Agrigento, Fasted dona monitor multiparametrico all’ospedale San Giovanni di Dio

“Dopo formale richiesta pervenutaci una settimana fa, la Uoc di Ortopedia dell’ospedale San Giovanni di Dio ha ricevuto in donazione un monitor multiparametrico. Questi dispositivi rimarranno a disposizione dei pazienti anche dopo il Covid, abbiamo fatto qualcosa di grande. Grazie ancora a quanti hanno donato”. Lo ha scritto ieri su Facebook il presidente dell’associazione Fasted di Sciacca Lillo Restivo in questi mesi impegnato in una raccolta fondi per l’acquisto di attrezzature e dispositivi di protezione individuale per i sanitari degli ospedali di Agrigento, Sciacca, Licata e Canicattì.
“La raccolta fondi – ha spiegato Restivo – ci ha permesso di acquistare e donare fino ad ora circa 4.000 mascherine ffp2 certificate; 27.500 guanti; 250 litri di gel disinfezione mani; mascherine ffp3 riutilizzabili dopo sanificazione; tute contro agenti infettivi. Arredata per intero una sala operatoria destinata a pazienti Covid con defibrillatore e arredi per chirurgia al San Giovanni di Dio di Agrigento. Finita l’emergenza Covid, questa sala sarà comunque utilizzata come sala operatoria”.
“Sono stati raccolti complessivamente più di 30.000 euro. Abbiamo scoperto che, seppur nel corso degli anni una politica sbagliata ha reso povera la provincia di Agrigento – ha detto Restivo – non è, comunque, riuscita a rendere arido il cuore delle persone che la abitano. Per tali motivi, a nome di tutta la provincia, vogliamo dire grazie a tutte le 1.800 persone che hanno seguito la pagina Facebook ‘Salviamo i sanitari della provincia di Agrigento’, ai circa 250 donatori che ci hanno dato fiducia, ai componenti dell’associazione e ai colleghi sanitari che mi hanno sopportato e supportato nei momenti difficili di questa campagna di raccolta fondi”. (*CAGI*)