Concussione, arrestato funzionario agrigentino del Genio civile: ”Chiese tangente da 15.000 euro”

Circa 15.000 euro per garantire l’andamento dei lavori a una impresa. Un funzionario pubblico agrigentino, all’epoca dei fatti in servizio presso il Genio civile di Caltanissetta, e’ stato arrestato questa mattina dai carabinieri della citta’ siciliana. E’ accusato di concussione, esercitata nei confronti di un imprenditore nisseno che aveva vinto regolarmente una gara d’appalto. Era stata la vittima a presentare una denuncia e dare cosi’ avvio alle indagini, coordinate dalla procura di Caltanissetta. Nella veste di direttore dei lavori, l’indagato aveva avvicinato l’imprenditore e chiesto, anche con minacce, la tangente. Adesso il funzionario pubblico e’ agli arresti domiciliari ad Agrigento. (AGI)