”Tangente da 15mila euro”, assessore Falcone rimuove funzionario agrigentino

“Rivolgiamo alla magistratura e alle forze dell’ordine un plauso per l’azione investigativa condotta a Caltanissetta, ringraziando gli inquirenti per l’impegno quotidianamente profuso nel contrasto alla corruzione. L’ingegnere Vincenzo Caruso sarà subito rimosso dal suo incarico”. Lo dice l’assessore alle Infrastrutture della Regione siciliana, Marco Falcone, dopo l’arresto dell’ex soprintendente ai Beni culturali di Caltanissetta per un tentativo di concussione. Il funzionario, all’epoca dei fatti in servizio presso il Genio civile di Caltanissetta, secondo l’accusa avrebbe chiesto a un imprenditore nisseno, anche dietro minacce, una tangente di 15mila euro, approfittando del suo ruolo di direttore dei lavori per garantire il regolare andamento dei lavori. La vittima, però, ha denunciato facendo scattare le indagini. Il funzionario pubblico adesso è ai domiciliari ad Agrigento. “Agli imprenditori vogliamo formulare l’invito a rivolgersi alle autorità per denunciare quegli episodi che incrinano la credibilità della Pubblica amministrazione siciliana, offuscando anche il valore di tutti quei lavoratori che ogni giorno compiono nella legalità il proprio dovere”, conclude Falcone. (Adnkronos)