”La storia consacrò il tuo prodigio”, poesia di Giuseppina Mira dedicata ad Alexander Hardcastle

Poesia di Giuseppina Mira dedicata ad Alexander Hardcastle in occasione dell’anniversario della morte avvenuta il 26 giugno 1933.

La Storia Consacrò il Tuo Prodigio

Solo una vacanza avevi detto
ma il tuo cuore trovò il suo respiro
nel mistero della Valle dei Templi
nel silenzio che parlò di bellezza
nel presagio di armonie accarezzate
dall’aurora
E il sole abitò nella tua vita
e riportò alla luce
il fascino del tempo senza tempo
il sorriso delle colonne da te acceso
per far brillare lo sguardo del passato
nelle iridi del presente
nelle iridi del futuro.
La Storia consacrò il tuo prodigio
ma il buio ti aggredì all’improvviso.
E il vento pietoso non disperse il tuo sogno
di dormire tra le braccia della tua Valle
di guardare oltre il muro il tuo Tempio
che ha il colore e il profumo
del pane dell’Amore
che tu donasti ad Agrigento
e che oggi Agrigento ti dona
sussurrandoti: “Fammi sognare ancora”.

History Consecrated Your Prodigy

Only one holiday you said
but your heart found its breath
in the mystery of the Valley of the Temples
in the silence that spoke of beauty
in the presage of caressed harmonies
at dawn
And the sun lived in your life
and brought to light
the appeal of timeless time
the smile of the columns lit by you
to brighten the gaze of the past
in the irises of the present
in the irises of the future.
History consecrated your prodigy
but the darkness attacked you suddenly.
And the compassionate wind did not disperse your dream
of falling asleep in the arms of your Valley
to see beyond the wall, your Temple
that has the color and scent
of bread that feeds the Love
you gave to Agrigento
and that today Agrigento gives to you
whispering: “Let me dream again”.
Poesia di Giuseppina Mira, tradotta in inglese da Eleonora Zarbo.