Turismo tra dei e cantanti, la buona vita della Valle dei Templi

Valle per tutti, con tutti, sicura per tutti. Perche’ i Templi devono diventare uno spazio che va al di la’ della semplice visita turistica: e dunque, trasformarsi in un bene comune, accogliente, informale, sicuro (e’ il primo parco archeologico virus free) dove trascorrere un pomeriggio in piena sicurezza, magari con i propri bambini. Come e’ successo ieri – prima domenica di luglio, giornata ad ingresso gratuito – quando il Parco della Valle dei Templi ha accolto oltre tremila visitatori, per la maggior parte siciliani. Ed e’ per questo che nasce la ValleCard, un pass leggero, colorato, smart, un vero passaporto che avvicini soprattutto le famiglie agrigentine e del territorio: ingressi free alla Valle per 365 giorni l’anno e sconti su tutti gli eventi e i servizi (bookshop, caffetteria, attivita’ didattiche, campus).

Si potra’ acquistare una card individuale, per la coppia o per la famiglia e diventare ambasciatori del Parco, promotori delle attivita’ e degli eventi. Si inizia sabato prossimo con il primo di una serie di eventi live, ai piedi del Tempio di Giunone. Mario Venuti ha infatti scelto una dimensione acustica, “portatore sano” di un pop sempre colto e raffinato. “Nudo con la mia musica”, un viaggio attraverso la carriera e i successi del cantautore siracusano (ma catanese d’adozione), dagli inizi con i Denovo all’amicizia con Carmen Consoli e Kaballa’, la scorribanda nel musical con “Jesus Christ”, fino agli ultimi album, sempre grandi successi. “Un’emozione grande, quella di tornare a suonare dopo la lunga pausa imposta dalla pandemia; e sotto il Tempio di Giunone, sara’ un momento da non dimenticare facilmente. Solo sul palco, vestito solo della mia musica: proporro’ le mie canzoni alla chitarra o al pianoforte nella veste semplice con cui sono nate, ma sono sicuro che l’impatto emotivo sara’ ancora piu’ potente”, dice Venuti. Il concerto – in regola con tutte le norme anticovid – sara’ aperto a soli 250 spettatori. (AGI)