Migranti: fuga durante quarantena dal centro di Casteltermini, tre tunisini in ospedale

Tre tunisini sono rimasti gravemente feriti in seguito a un tentativo di fuga dal centro di accoglienza di Casteltermini, nell’Agrigentino, dove avrebbero dovuto osservare la quarantena anti-Covid 19. Uno, lanciandosi da circa 5 metri d’altezza, ha riportato fratture multiple; un altro, cadendo, si e’ rotto la clavicola e il terzo, arrivato fino all’altezza dello stadio comunale, s’e’ fratturato una gamba. I tre tunisini – degli otto che, nella tarda serata di ieri, sono fuggiti – sono stati soccorsi da altrettante ambulanze che li hanno trasferiti all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento dove sono stati ricoverati.

A ricostruire l’episodio e’ il commissario straordinario del Comune, Antonio Garofalo. “Nella tarda serata di ieri – dice – si sono allontanati in 8, tre dei quali, a causa della fuga, sono rimasti feriti: hanno riportato fratture e sono ricoverati all’ospedale di Agrigento. Due dei migranti in fuga sono stati immediatamente individuati e riportati all’interno della struttura; altri 3 risultano, al momento, irrintracciabili”. La struttura di via Sturzo, che ospita una cinquantina di migranti, secondo quanto ha fatto sapere la Prefettura, dovrebbe restare operativa fino al 31 luglio, data prevista per la scadenza dello stato di emergenza sanitaria in Italia. (AGI)