Teatro, Villa Malgiocondo alla Valle dei Templi: tutto esaurito e applausi a scena aperta (VIDEO)

Tutto esaurito e applausi a scena aperta ieri sera al Parco archeologico di Agrigento, sotto il Tempio di Giunone, per Villa Malgiocondo, un’altra produzione della Fondazione Pirandello, un viaggio nei personaggi pirandelliani idealmente riuniti in un nosocomio; drammaturgia e regia di Gaetano Aronica e Giovanni  Volpe, scene e costumi di Flavia Cocca. In scena: Gaetano Aronica, Andrea Tidona, Giovanni Moscato, Giusi Carreca, Ilaria Bordenca, Barbara Capucci, Silvia Frenda, Nicola Puleo, Fabrizio Milano, Emanuele Carlino, Gabriele Ciraolo, Noemi Castronovo, Arianna Vassallo, Marcella Lattuca, Rosa Maria Montalbano, Marianna Rotolo.

Villa Malgiocondo è la residenza dove comprimari e protagonisti degli scritti di Luigi Pirandello, dopo esser vissuti sulle scene e sulle pagine, dimorano in una sorta di eterno nosocomio, una casa di cura, una clinica della società. A loro dà udienza e conforto il dottor Luigi, un visionario del nostro tempo che infonde ai suoi ricoverati nuova linfa vitale, affidando (ancora una volta) le parole di un secolo fa alla prova del ragionamento corrente. L’audace drammaturgia di Aronica e Volpe incrocia destini e tragedie di protagonisti di opere e periodi diversi, li mette a confronto, in contraddittorio quasi. E’ così che in un’unica scena si fondono L’uomo dal fiore in bocca, La vita che ti diedi, La favola del figlio cambiato e L’altro figlio. Un rapido cambio di luci e rivivono i personaggi delle commedie Così è (se vi pare) e Ritrovarsi; uno stacco musicale e risuonano le pagine delle novelle Il treno ha fischiato e La carriola; rivive Il fu Mattia Pascal.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Calogero Giuffrida (@comunicalo) in data: