Covid a Cattolica Eraclea, Miliziano replica a consiglieri di minoranza: ”Test sierologico non è attendibile”

“Il comunicato dei due consiglieri di opposizione, Cammalleri e Giuffrida, non è pervenuto in nessuno strumento al sindaco che ha appreso la notizia dai social. Già questo dice molto sul senso che quel comunicato stampa ha: strumentalizzare la brutta situazione che stiamo vivendo e poco rispetto per le famiglie che stanno attraversando questo brutto momento”. Lo afferma il consigliere di maggioranza, Alessandro Miliziano, replicando alla nota dei consiglieri di minoranza, Cammalleri e Giuffrida, che hanno fatto sapere di aver proposto al sindaco di Cattolica Eraclea, Santo Borsellino, i test sierologici sulla popolazione.
“Noi tutti dell’amministrazione, nella persona del sindaco – aggiunge Miliziano in una nota – abbiamo più volte sollecitato l’Asp su come muoversi e se fosse il caso di sottoporre a test sierologico buona parte se non tutta la popolazione. Anche questo fa capire l’intento demagogico della proposta, visto che come consiglieri è loro dovere informarsi delle decisioni e delle azioni che l’amministrazione sta prendendo per la salute dei cittadini. Inoltre, aggiungo, il sierologico non è attendibile. Molti casi si sono verificati di negatività al sierologico e successivamente la positività al tampone, unico vero strumento di certezza. Ancora una volta l’opposizione perde l’opportunità di rendersi utile, collaborando con l’amministrazione e la maggioranza e trovare la soluzione migliore per i cittadini e non per visibilità propria”.