Cattolica Eraclea, occupazione area comunale: Tar accoglie il ricorso di un privato contro il comune

Il Tar di Palermo ha accolto in sede cautelare il ricorso presentato dal signor Michele Fantauzzo contro il comune di Cattolica Eraclea a proposito di una presunta occupazione di area pubblica. Secondo il comune sarebbe stata occupata illegittimamente un’area comunale dove è stato costruito il muretto di un’abitazione e ha quindi ordinato al proprietario di ripristinare lo stato dei luoghi. Il proprietario, con il patrocinio dell’avvocato Pietro Piro, ha presentato ricorso al Tribunale amministrativo regionale che, in attesa di entrare nel merito, ha accolto la sospensiva cautelare. Il comune si è costituito in giudizio con il patrocinio dell’avvocato Stefano Catuara.
Secondo la tesi difensiva sostenuta dall’avvocato Piro “il principio del legittimo affidamento costituisce un principio consolidato che impone all’amministrazione, soprattutto in sede di esercizio del potere di autotutela, l’attenta salvaguardia delle situazioni soggettive consolidatesi per effetto di atti o comportamenti idonei ad ingenerare per l’appunto un ragionevole affidamento nel destinatario: ne deriva per conseguenza che una situazione di vantaggio, assicurata al privato da un atto specifico e concreto dell’autorità amministrativa, non può essere successivamente rimossa, salvo indennizzo della posizione acquisita”.