Elezioni ad Agrigento, consigliere Cammalleri di Cattolica Eraclea ”replica” a Firetto

Riceviamo e pubblichiamo nota del consigliere comunale di Cattolica Eraclea Paolo Cammalleri (Popolari e Autonomisti).

“Ieri sera ho ascoltato una scellerata intervista a caldo subito dopo lo spoglio del sindaco uscente della città di Agrigento, mi riferisco all’onorevole Firetto, speriamo fra quindici giorni ex sindaco. In questa intervista forse perché ancora sotto shock ha offeso ulteriormente l’intelligenza degli agrigentini parlando di stranezze in queste elezioni e di interferenze. Secondo il mio modesto parere invece gli agrigentini hanno voluto rimediare a questa anomalia presente nella città dal 2015 quando allora venne eletto l’onorevole Firetto già sindaco di Porto Empedocle, comune con problemi di dissesto economico, con interessi economici nei paesi limitrofi vedi Siculiana e Joppolo Giancaxio. Quindi un sindaco in trasferta come se Agrigento città dove sono nati personaggi come l’on. Bonfiglio l’on. Trincanato, l’on. Giglia, l’on. Mongiovi ecc. non fosse in grado di esprimere un proprio cittadino.
Bene on. Firetto i cittadini di Agrigento hanno scelto un figlio della città il dott. Francesco Miccichè, figlio del compianto colonnello Miccichè, persona di grande equilibrio e di grande umanità e uomo di cultura. Io essendo di un paese della provincia di Agrigento ho chiesto agli agrigentini che incontravo un giudizio sul dott. Miccichè ricevendo la stessa risposta: professionista serio onesto e dotato di grande umanità. Ecco il vero motivo del successo del dott. Miccichè. Per quanto riguarda il riferimento all’ on. Di Mauro rispondo con una mitica battuta di un mio compaesano durante un comizio nel mio paese: si sciacqui la bocca con l’acido muriatico prima di parlare dell’on, Di Mauro perché la città di Agrigento deve essere fiera di avere una personalità politica come l’on. Di Mauro. La saluto ex sindaco on. Firetto, gli agrigentini non faranno l’errore fatto nel 2015″.
Paolo Enzo Cammalleri
Consigliere dei Popolari e Autonomisti di Cattolica Eraclea