”Bilanci gonfiati al comune di Porto Empedocle”, Firetto: ”Mai chiesto rinvio udienza”

“In questi giorni, alcune testate hanno riportato la notizia della richiesta di rinvio dell’udienza per l’inchiesta sui bilanci del comune di Porto Empedocle. Da candidato e’ quindi necessario fare chiarezza su questo tema. Lo devo alla cittadinanza che mi ha dato fiducia 5 anni fa, agli elettori che l’hanno riconfermata al primo turno e a quelli che la riconfermeranno al ballottaggio”. Lo dice il sindaco-ricandidato di Agrigento, Lillo Firetto, gia’ primo cittadino di Porto Empedocle. L’ipotesi dell’accusa e’ che sarebbero stati falsificati i bilanci dell’ente empedoclino, fra il 2011 e il 2014, quando a capo dell’amministrazione c’era Firetto, per fare quadrare i conti ed evitare che scattassero le sanzioni di legge per gli enti che non rispettano il patto di stabilita’. Aggiunge Firetto: “Sono gia’ state emesse dalle Corte dei conti ben tre sentenze pienamente assolutorie sui medesimi fatti. Mai i miei legali hanno chiesto un rinvio, ne’ io l’ho richiesto, poiche’ non abbiamo motivo di temere. Peraltro i miei legali, informati della intenzione di altri difensori di chiedere un rinvio, si erano opposti. Mi aspetto, nell’assoluta convinzione di una piena estraneita’ ai fatti, di potere esercitare serenamente il diritto di difesa, senza che nessuno si presti a strumentalizzazioni proprio in questa fase elettorale”.