Deve scontare condanna per tentato omicidio, arrestato ambulante di Canicattì

I carabinieri hanno arrestato a Canicattì, nell’Agrigentino, un 49enne condannato a 6 anni e un mese di reclusione con l’accusa di tentato omicidio. Il provvedimento di carcerazione giunge al termine di un processo che, fino in Cassazione, ha visto totalmente accolte e condivise le indagini svolte dai militari della Stazione di Canicattì. Il 23 marzo del 2011 l’aggressore sorprese in strada un 52enne, e, mentre si trovava in auto intento a parlare al telefono, lo colpì più volte con due coltelli da macellaio. La vittima legata al proprio aggressore da continui contrasti di natura commerciale, riuscì miracolosamente a sfuggire all’agguato, trovando riparo nella caserma dei carabinieri. Immediatamente condotto in ospedale, è rimasto sfregiato al volto. L’autore dell’aggressione, un venditore ambulante noto alle forze dell’ordine, fu immediatamente rintracciato e identificato dai carabinieri e denunciato. Oggi al termine del processo è stato condannato e condotto nel carcere di Agrigento. (Adnkronos)