Covid, altri 3 positivi a Canicattì: i contagi salgono a 15

“Sono 15 gli attuali soggetti positivi al Covid nella nostra Città. Ai 12 positivi di cui si era data notizia nei giorni scorsi, si aggiungono l’alunno frequentante la scuola De Amicis, l’insegnante della scuola Gangitano di cui si è appreso oggi e un loro congiunto. Fortunatamente il complessivo stato di salute di questi nostri concittadini non desta preoccupazione e comunque sono costantemente monitorati dalle autorità sanitarie”. Lo ha scritto su facebook il sindaco di Canicattì Ettore Di Ventura, che ha aggiunto: “Attenzione però! Come abbiamo potuto riscontrare, nell’ultimo periodo c’è stata un’impennata di casi, e possiamo purtroppo ipotizzare che il numero dei potenziali positivi potrebbe essere più alto. Se infatti ci sono coloro i quali sono in attesa di esito del tampone (eseguito principalmente perché hanno avuto contatti con i soggetti risultati positivi), così come ci sono soggetti posti in isolamento fiduciario, di contro esistono i positivi asintomatici, che portano in giro il virus senza saperlo. Proprio per tale motivo dobbiamo essere prudenti e rispettare le norme di prevenzione dal contagio.

Queste ultime giornate – ha proseguito il sindaco – sono state molto caotiche, e abbiamo dovuto prendere decisioni drastiche e con rapidità, consapevoli che i disagi arrecati sarebbero stati tanti, ma abbiamo agito con la consapevolezza di mettere al primo posto l’interesse primario della salute dei ragazzi e quindi di tutti i cittadini della nostra Città. Del resto, in ambito sanitario la prevenzione è uno dei cardini principali, che ovviamente deve contemperarsi con le altre esigenze di vita sociale e lavorativa, ma riteniamo che la prudenza debba sempre prevalere. Soprattutto quando abbiamo a che fare con una Pandemia.

Sicuramente non sentiamo la necessità di polemiche e recriminazioni. Anzi, abbiamo più che mai adesso la necessità di tenere alta la guardia, ma soprattutto, non mi stancherò mai di ripeterlo, di rispettare la regole note da tempo a tutti noi: praticare il distanziamento, evitare gli assembramenti, usare la mascherina sempre, curare l’igiene costante delle mani, limitare gli spostamenti non necessari. Non nascondiamoci che il momento è delicato, e dagli esiti attesi per la prossima settimana discenderà la possibilità di mantenere un equilibrio tra l’emergenza sanitaria e quella, conseguenziale, economica. E attendiamo di sapere cosa ci riserverà la nuova ordinanza annunciata per stasera del Presidente della Regione, che dovrebbe prevedere nuove misure urgenti per fronteggiare l’epidemia”.