Caso Saguto, ex giudice condannata a 8 anni e 6 mesi

Otto anni e 6 mesi di reclusione. E’ quanto deciso dal Tribunale di Caltanissetta nei confronti dell’ex presidente della Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo Silvana Saguto. Il magistrato, gia’ radiata dal Csm durante il processo, e’ stata accusata di avere gestito le nomine degli amministratori giudiziari dei patrimoni sequestrati e confiscati alla mafia utilizzando modi poco cristallini e ortodossi, decidendo le nomine in cambio di favori e denaro. Secondo l’accusa l’ex giudice aveva messo in piedi un sistema basato su prebende e favori ribattezzato il cosiddetto “Sistema SAGUTO”. La condanna e’ arrivata anche per il marito della Saguto, Lorenzo Caramma: nei suoi confronti il Tribunale nisseno ha deciso per una condanna a 6 anni, 2 mesi e 10 giorni di carcere. (ITALPRESS)