Covid, Sicilia oltre quota mille potenzia test

La Sicilia supera la quota psicologica dei mille nuovi positivi e la Regione annuncia che intende potenziare lo screening sulla popolazione estendendo l’esperimento dei tamponi rapidi con il sistema del drive in che in tre giorni ha consentito di individuare circa 300 soggetti contagiati asintomatici. Per l’esattezza sono 1.095 i nuovi positivi al Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore, su 8.547 tamponi effettuati; 16 i decessi, che portano il totale a 518. Un dato, quello dei nuovi positivi, che procede parallelamente all’incremento dei tamponi per le azioni di tracciamento e testing condotte nel territorio siciliano, come vengono commentati i numeri del bollettino dalla Presidenza della Regione. “Nei prossimi giorni – si legge in una nota -, anche in altre localita’ della Sicilia, verra’ replicata l’esperienza del drive in con tamponi antigienici organizzata alla Fiera di Palermo che ha consentito di individuare e isolare, nel solo capoluogo siciliano, circa 300 soggetti positivi”.

Anche oggi infatti sono proseguiti a Palermo, negli spazi della Fiera, i test con il sistema del drive in: su 811 tamponi rapidi sono stati individuati a Palermo 84 asintomatici risultati positivi al Covid. Su 2.995 test eseguiti in due giorni e mezzo i positivi asintomatici sono 255, circa il 9%. “E’ un valore enorme, che ci da’ importanti indicazioni – spiega Renato Costa, commissario dell’emergenza Covid a Palermo che coordina le operazioni promosse dalla Regione d’intesa con Asp e Comune – Ricerchiamo il positivo asintomatico e lo isoliamo. Soggetti che avrebbero potuto circolare liberamente senza avere la consapevolezza della loro positivita’ e dunque capacita’ di trasmissione del virus”. E’ per questo motivo che il Governatore dell’isola ha deciso di proseguire su questa strada, dopo che la Sicilia e’ stata tra le prime Regioni in Italia a dotarsi di milioni di tamponi rapidi per il tracciamento immediato della diffusione del virus prima nelle zone rosse e nelle isole minori e adesso, con il sistema del drive in, sul maggior numero possibile di persone.

Nello Musumeci questa mattina ha anche partecipato, insieme con l’assessore alla Salute Ruggero Razza, al vertice delle Regioni con il Governo, i Comuni e le Province che proseguira’ anche domani in vista del nuovo Dpcm che dovrebbe varare il premier Conte. “C’e’ una condivisione di fondo – ha commentato il Governatore al termine della riunione – tra tutti i livelli amministrativi dello Stato. La nostra posizione e’ uniforme a quella di tutte le Regioni italiane. Due le priorita’ che poniamo: la riduzione della mobilita’ e l’adozione di piani terapeutici/farmacologici per l’assistenza al domicilio, limitando cosi’ la pressione sugli ospedali”. (ANSA)