Due giovani trovati morti a Ribera: si indaga sul mondo della droga, disposta l’autopsia

Si svolgeranno oggi a Ribera le autopsie su due giovani – di 22 e 38 anni – trovati morti tra domenica e lunedì nelle loro abitazioni. Il provvedimento – come riporta ripost.it – è stato disposto dal sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca Michele Marrone per risalire alle cause che hanno determinato la morte quasi contemporanea dei due riberesi. Le indagini dei carabinieri di Ribera sono ancora in corso e pare, senza alcuna conferma o smentita da parte degli inquirenti, che siano rivolte al mondo della droga. Sembra anche che le due morti non siano collegate tra loro.

La notizia ha scosso la comunità riberese. Don Antonio Nuar, parroco della chiesa dell’Immacolata, ha lanciato un appello su facebook: “Isoliamo gli spacciatori. Faccio un appello a tutti i genitori, soprattutto a quelli che in casa stanno vivendo questo dramma. Lo Stato non ci aiuta. Abbiamo un’arma da utilizzare. Isoliamo gli spacciatori e segnaliamoli. Organizziamoci in associazione e cominciamo a muoverci. Noi sacerdoti siamo con voi”.