Pensioni, proroga Opzione donna nella legge di Bilancio

Prorogare Opzione donna, prevedendo l’uscita anticipata dal lavoro alle lavoratrici che maturano i requisiti anagrafici e contributivi entro il 31 dicembre 2020. Lo prevede una bozza di legge di Bilancio, di cui Public Policy ha preso visione, che il Governo sta limando in queste ore. Con Opzione donna, quindi, le lavoratrici potranno optare per la maturazione della pensione con almeno 58 anni di età per le lavoratrici dipendenti (59 per lavoratrici autonome). Il regime delle decorrenze prevede un differimento pari a 12 mesi (18 per le lavoratrici autonome) dalla maturazione del requisito. (Public Policy)