Sicilia, Udc perde pezzi: dopo Figuccia via pure Lo Giudice

L’Udc perde un altro deputato all’Ars. Dopo Vincenzo Figuccia, passato alla Lega, lascia il gruppo parlamentare anche Danilo Lo Giudice. “Lascio l’Udc per tenere fede ai valori di ‘Sicilia Vera’ che hanno sempre ispirato la mia attivita’ – dice Lo Giudice – Il patto federativo siglato in occasione delle elezioni tra Sicilia Vera e l’Udc, purtroppo non ha visto alcuna concretezza rispetto all’azione quotidiana portata avanti fin qui da tutto il gruppo.” “Piu’ volte anche nei mesi scorsi ho manifestato questo mio malessere – insiste – trovandomi spesso a dover prendere posizione in solitaria su tematiche molto importanti, percependo anche un certo imbarazzo. Nulla da dire rispetto ai colleghi, persone che stimo e che ringrazio comunque per il percorso fatto insieme, ma preferisco essere autonomo nell’azione quotidiana, portare avanti le battaglie che fin dal 2007 con Cateno De Luca, siamo riusciti a far approdare in Ars”. Lo Giudice passa al gruppo Misto, “avendo cosi’ la possibilita’ di valutare ogni singolo provvedimento per cio’ che merita, consapevole che questa scelta possa rappresentare anche un rischio nell’ottica del prossimo appuntamento elettorale del 2022”. “Vedremo se in futuro ci saranno le condizioni per un patto federativo con partiti nazionali che si ispirano alla valorizzazione delle autonomie e dei palazzi municipali – conclude – altrimenti continueremo come sempre ad agire nell’esclusivo interesse della Sicilia e dei siciliani, portando avanti come sempre i valori del nostro movimento di Sicilia Vera”. (ANSA)