Infrastrutture in Sicilia, apre tratto strada che da Palermo-Catania immette su viadotto Salso

Si apre la rotatoria che, dall’autostrada Palermo-Catania, permette agli automobilisti di immettersi sul nuovo viadotto “Salso” e di percorrere un nuovo tratto della SS 640. “Dopo tante controversie e problematiche che hanno rallentato o bloccato i lavori, finalmente, con tanti sforzi, ricominciamo a vedere aperture di nuovi tratti di strada della SS640 da consegnare al territorio” dichiara il viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giancarlo Cancelleri. “Il completamento della rotatoria e l’entrata in funzione del nuovo viadotto Salso – continua il viceministro – ora permettera’ agli automobilisti di percorrere anche il tratto stradale della Caltanissetta-Agrigento che, dall’imbocco dell’A19, arriva all’altezza con il collegamento con la SS 626 Caltanissetta-Gela. Un piccolo tratto ma un grande risultato, considerato che quando mi sono insediato ho trovato un cantiere completamente fermo. Ringrazio la Cmc di Ravenna che ha colto le rimostranze del Governo e ha ripreso i lavori con maestranze impegnate anche il sabato e la domenica per cercare il piu’ possibile di recuperare il tempo perduto. Sono certo – prosegue Cancelleri – che da ora in avanti, fino a quando non verranno ultimati definitivamente tutti i lavori, il general contractor fara’ l’impossibile per rispettare la tabella di marcia che ci siamo imposti.

Entro la fine dell’anno – aggiunge – apriamo un altro importante tratto, quello che porta fino a via Borremans, con il relativo ammodernamento della strada che arriva fino al capoluogo nisseno, ed entro il mese di marzo 2021 tutta la SS640, dall’autostrada A19 fino alla rotatoria che porta a Caltanissetta, sara’ percorribile nella nuova carreggiata. Da gennaio, inoltre, inizieranno i lavori di demolizione del vecchio viadotto Salso e, nel frattempo, stiamo pensando alla galleria Santa Barbara (tra San Cataldo e Caltanissetta), al viadotto San Giuliano da abbattere e ricostruire e ad altre opere di completamento, che dovranno essere realizzate e finite immancabilmente entro il 2022. Caltanissetta ha subito per troppi anni l’isolamento e le difficolta’ di un cantiere infinito e a tratti morto – conclude il viceministro Cancelleri – per questo non si potranno piu’ permettere stop o rallentamenti. Prima della fine del mio mandato da viceministro voglio vedere tutta la SS640 finita e aperta ai cittadini”. (Nova)