24 Giugno 2024
Agrigento e Provincia

“Giornalisti nel mirino di attacchi e intimidazioni”. L’Assostampa chiede incontro col Prefetto

nino randisiQuesta mattina la segreteria provinciale dell'Assostampa ha chiesto di incontrare il Prefetto di Agrigento, alla luce dei recenti attacchi ed intimidazioni nei confronti dei giornalisti nella nostra provincia, e più in generale sulla situazione dell'informazione sul territorio. “Al Prefetto illustreremo la pesante situazione che si è venuta a creare- ha spiegato il segretario provinciale Nino Randisi – e che certamente non può essere più tollerata”.

"Il vile attacco sferrato ai colleghi Francesco Pira e Giuseppe Patti dall'emittente televisiva di Licata Tele Alfa nelle edizioni dei telegiornali del 21 maggio può ascriversi come una delle nuove forme di intimidazione per chi esercita legittimamente, perchè iscritto all'Ordine, il mestiere di giornalista".

Lo ha dichiarato Franco Castaldo componente della Giunta Esecutiva dell'Associazione Siciliana della Stampa dopo aver appreso del lungo monologo contro i due giornalisti trasmesso dall'emittente licatese di cui non si conosce la direzione responsabile e che ha trasmesso questa aggressione verbale per bocca di una "abusiva" e che si è resa protagonista dell'ennesimo atto illegale di esercizio abusivo della professione giornalistica. Sappiamo che i colleghi Pira e Patti adiranno per via legale. "A questa loro iniziativa – ha continuato Castaldo – a tutela del buon nome non soltanto loro ma della categoria il sindacato dei giornalisti deve dare e darà pieno sostegno. E' ora di dire basta ad improvvisati reporter che molto spesso per far piacere al loro editore si avventurano in comizi contro chi da anni dimostra con professionalità di lavorare nel solo interesse della verità".

Il sindacato dei giornalisti continuerà a battersi al fianco dei colleghi che con il loro impegno hanno dato lustro non soltanto alla loro città o alla loro provincia ma anche alla categoria a livello nazionale. "L'atto incauto e irresponsabile – conclude l'esponente regionale di Assostampa – compiuto da Tele Alfa è ancora più grave perchè colpisce non soltanto i colleghi Pira e Patti ma anche il quindicinale La Campana che negli ultimi 5 anni si è distinto per aver dato alla città un'informazione corretta e puntuale".

Articoli correlati… 

"Attacco diffamatorio di Tele Alfa Licata rivolto a due giornalisti", solidarietà dell'Assostampa