15 Luglio 2024
Agrigento e Provincia

Imprenditore piegato dal “pizzo” vende l’azienda e sbarca sul web per raccontare la sua storia

ignazio cutròDopo aver denunciato minacce e intimidazioni, Ignazio Cutrò, l'imprenditore di Bivona che si è ribellato al pizzo, mette in vendita la sua azienda e apre un sito internet per raccontare la sua storia. Adesso vive nella paura per la sua famiglia e nel timore di essere lasciato solo.


Soltanto coi Carabinieri che mi tutelano riesco a muovermi serenamente, considerato che alcune persone di Bivona guardano di malocchio i miei familiari”, racconta. “Caro imprenditore – scrive Cutrò sul suo sito www.ignaziocutro.com – ti auguro di non essere costretto a fare quello che sto facendo io…”. Poi segue la lista dei beni messi in vendita: camion, escavatori, pale meccaniche, betoniere, autovetture…

home www.vincenzocutro.comTutto faremo – dice Cutrò – meno che andarcene dal nostro paese, lotteremo contro l’illegalità e l’ingiustizia. Anche se dovessi essere costretto a vendere tutto ciò che mi appartiene – prosegue – continuerò a lottare contro il racket, cercando di invogliare ed incoraggiare anche altri che si trovino nella mia stessa situazione, a credere nelle istituzioni, denunciando i soprusi subiti. Sono nato e cresciuto qui, tra queste montagne. E qui continuerò a vivere per garantire un futuro ai miei figli, ai quali ricordo sempre di non cedere a chi cerca di ledere la propria dignità di uomo libero”.

Poi l'appello di Cutrò ai colleghi: “Invito tutti gli imprenditori che si trovino nella mia stessa situazione a credere nelle istituzioni, al fine di ottenere un’adeguata tutela dei propri diritti. Posso testimoniare personalmente che lo Stato mi è stato vicino, infondendomi coraggio e sicurezza. Denunciare è un tuo diritto, ma anche un tuo dovere di cittadino libero che vuole vivere da uomo libero”.

L'imprenditore antiracket chiede un aiuto anche a blogger e a web master per far viaggiare la sua testimonianza su internet pubblicando banner del suo sito. “Questo è un invito ufficiale a tutti i web master ad inserirlo nel proprio sito, blog o in qualsiasi posto per sensibilizzare tutte le persone che hanno subito danno a collaborare ad unirci per fare valere i nostri diritti”.

 

http://www.ignaziocutro.com/ic01/wp-content/uploads/2008/09/bannerignaziocutro.jpg

Articoli correlati…

Denunciò il racket del pizzo e le minacce: "Non lasciatemi da solo, i miei figli hanno paura" 

Catanzaro, Confindustria: "Le denunce di Cutrò un esempio positivo, lo Stato non lo lasci da solo"