19 Luglio 2024
Agrigento e Provincia

D’Orsi e De Rubeis ‘insieme per il rilancio di Lampedusa’

Una telefonata chiarificatrice ha messo fine questa mattina alla “diatriba” mediatica   tra il  Presidente della Provincia Regionale di Agrigento Eugenio D’Orsi ed il Sindaco di Lampedusa e Linosa Bernardino De Rubeis.

 

Un colloquio telefonico cordiale e sereno basato sul rispetto reciproco sulla  stima e sulla fiducia.

Al primo punto della discussione la paventata chiusura del Liceo Scientifico “Pirandello” di Lampedusa.

Il Sindaco De Rubeis ha comunicato di essersi  recato personalmente nella struttura per verificare, insieme ai tecnici Comunali ed al responsabile della protezione civile della Provincia, la reale pericolosità dell’edificio: “L’ immobile – ha detto il Sindaco –  dopo  l’intervento di scrostamento  dell’intonaco è sicuro ed agibile. Il Comune, per una maggiore sicurezza, ha delimitato l’area e verrà consentito l’ingresso degli alunni da un accesso secondario. All’interno,  l’edificio si presenta  assolutamente solido e forte; si  provvederà ad una semplice tinteggiatura delle pareti”.

Infine il Sindaco ha  assicurato, con l’ apertura del nuovo anno scolastico, il  normale  utilizzo dell’ Istituto scolastico.

“Con il Sindaco De Rubeis  – ha detto D’Orsi – abbiamo voluto, questa mattina, sgombrare il campo da ogni dubbio riguardo l’impegno che questa amministrazione ha profuso , fin dal suo insediamento, per l’isola di Lampedusa.  A fine mese – anticipa –  ci incontreremo qui ad Agrigento per mettere a fuoco i reali problemi dell’isola  ed intraprendere, compatibilmente con le risorse  economiche dell’Ente, una forte azione comune volta al rilancio delle Pelagie.

Al telefono mi ha  sottolineato che non si lascerà strumentalizzare da nessuno, criticando fortemente chi ha voluto stigmatizzare la frase estemporanea “D’Orsi non è gradito a Lampedusa”. Al contrario – conclude –  ho ricevuto, dallo stesso, il benaccetto invito per recarmi sull’Isola e , probabilmente, con l’apertura delle scuole  mi recherò a Lampedusa per constatare, direttamente, il  regolare avvio dell’anno scolastico”.