22 Luglio 2024
Agrigento e Provincia

Viabilità provinciale: urgono interventi tra Cianciana, Cattolica e Raffadali

Mentre continuano a rimanere disastrate e chiuse al traffico per mancanza la Cattolica Eraclea-Cianciana – la Raffadali-Cianciana-Cattolica e tante altre strade provinciali, proseguono gli interventi programmati sul territorio dalla giunta guidata dal oresidente Eugenio D’orsi per il miglioramento  della viabilità provinciale.

 

L’Ufficio Tecnico  della Provincia Regionale di Agrigento ha infatti in corso di realizzazione  una serie di interventi di miglioramento sulla strada provinciale n. 26 la Tumarrano-Valledolmo al Km 8+200.

Si tratta di lavori di manutenzione straordinaria sviluppati dell’Ufficio Tecnico nel quadro di un miglioramento della rete viaria secondaria per consentire alla vasta utenza che percorre la provinciale una maggiore accessibilità alle aree interne  la sua messa in sicurezza.

Il tratto, oggetto dell’intervento dell’Ufficio Tecnico della Provincia, corre dalla stazione di Valledomo – Cammarata fino a comune di Santo Stefano Quisquina.

Su quest’arteria si sta completando, infatti, la soletta in cemento armato del ponte esistente sulla Sp 26.

Intanto su un’altra strada provinciale la numero 24 Cammarata – Stazione di Cammarata al km. O+700, all’interno del centro urbano del paese montano, in Corso Umbro l’Ufficio Tecnico della Provincia sta realizzando un muro di sottoscarpa in cemento armato in sostituzione dell’esistente realizzato in pietrone non squadrato che è stato interessato da continui crolli.

L’impresa appaltatrice dei lavori sta già realizzando i pali di fondazione per realizzare il muro portante.

La direzione dei lavori è stata affidata dal capo area dell’Ufficio Tecnico Provinciale, ing Piero Hamel, agli ingegneri dell’Ente Michelangelo Di Carlo e Giuseppe Morreale.

“Siamo convinti che il potenziamento ed il miglioramento  della rete stradale provinciale possa contribuire a ridurre la frequenza e la gravità degli incidenti stradali” ,   ha spiegato il Presidente D’Orsi : “Inoltre, ottimizzare le infrastrutture stradali significa, anche,  migliorare i traffici commerciali, creare sviluppo ed occupazione. Priorità di questo Ente.” E conclude: “ Un impegno concreto e tangibile del nostro impegno a favore di un territorio  che risente fortemente della mancanza di un aeroporto, di  rete autostradale e di carenza  di collegamenti ferroviari .