‘Pizzino’ su portone Curia Agrigento: ‘Pagate l’Ici’

“Sulla nostra terra pagate l’Ici come noi”, firmato ”I Beati Paoli”. E’ quanto scritto in un “pizzino” attaccato al portone d’ingresso  della curia arcivescovile di Agrigento. Il messaggio è stato scritto su un foglio utilizzando lettere ritagliate da giornali. Indagini della polizia.

Intanto, il sindaco di Agrigento e gli assessori comunali esprimono solidarietà all’arcivescovo di Agrigento don Francesco Montenegro.


“Il sindaco di Agrigento Marco Zambuto e gli assessori comunali, facendosi interpreti del comune sentire della comunità cittadina, ritengono che non possa passare sotto silenzio il vile atto intimidatorio nei riguardi dell’Arcivescovo mons. Francesco Montenegro e della Chiesa agrigentina. La sua forte continua testimonianza – si legga in una nota del sindaco – forse può infastidire chi non condivide la logica di cui il Pastore si fa interprete testimoniando valori quali la solidarietà, l’attenzione e l’affetto per gli ultimi, le spinte etiche da lui annunziate nelle più importanti festività liturgiche dell’anno, le varie proposte sociali di comunione fraterna a vari livelli.

E’ triste – aggiunge Zambuto – dover constatare il ritorno ad un anticlericalismo fuori dal tempo che tenta di mettersi alla ribalta confondendo le coscienze e, soprattutto, quelle dei giovani e dei più piccoli.  Da qui, accanto alla più sincera solidarietà, l’invito e l’incoraggiamento a proseguire nella sua opera perché nel suo progetto di cambiamento in tanti gli sono accanto a cominciare dagli amministratori chiamati a servire la comunità per il bene delle singole persone”.