Rifiuti, stop allo sciopero: ripresa la raccolta nei Comuni Ato Gesa

Dopo un’altra lunga vertenza, è ripresa la raccolta dei rifiuti nei Comuni agrigentini consorziati con la Società d’Ambito, Ato Gesa. A margine della protesta degli operatori ecologici, che da giorni e giorni avevano sospeso, per protesta, la raccolta nei Comuni, in quanto privi di certezze economiche circa le spettanze arretrate, il sindaco di Porto Empedocle, Lillo Firetto, rilancia l’appello, già fatto circa un anno fa, relativo alla richiesta, ormai divenuta inevitabile, del ritorno alla gestione diretta del servizio da parte dei Comuni.

Come si ricorderà Firetto, dopo questo appello, da oltre un anno non partecipa più direttamente, per protesta, alle riunioni dell’Ato Rifiuti.

“E’ inevitabile il ritorno alla gestione diretta del servizio di raccolta dei rifiuti da parte dei Comuni – ha ribadito nuovamente oggi il sindaco Firetto – creando forme di gestione consortile omogenee per riacquisire efficienza di costi e qualità del servizio”.

Dello stesso avviso è pure il sindaco di Ioppolo Giancaxio, Salvatore Lo Dico, che in rappresentanza dei piccoli Comuni,  ha espresso, fin dallo scorso anno, la stessa linea di vedute a sostegno del ritorno della gestione del servizio di raccolta dei rifiuti direttamente ai Comuni. Dello stesso avviso anche il sindaco di Realmonte, Piero Puccio.