Agrigento, Epolis: ‘Formare per governare’

“Formare per governare” è il progetto che Èpolis intende promuovere per fornire alcuni fondamenti formativi alla futura classe dirigente chiamata nei prossimi mesi ad amministrare Agrigento. L’iniziativa rappresenta un primo esperimento nel campo della formazione collegata agli enti locali.

Oggi più che mai si avverte il bisogno di amministratori adeguatamente preparati a governare la cosa pubblica, ponendosi al servizio della comunità locale. Oltre alla formazione politica è richiesta un’ adeguata conoscenza dei meccanismi amministrativi, sempre più complessi ed in continua evoluzione.

In proposito Èpolis promuoverà una serie di incontri formativi, con il supporto e la consulenza di tecnocrati di alto profilo, per formare chi dalle amministrative 2012 verrà eletto e pertanto dovrà occupare gli scranni di Palazzo dei Giganti.

Gli incontri formativi serviranno a profondere nozioni e saperi circa il contesto di riferimento normativo in cui operano i comuni. Sarà inoltre approfondito l’assetto finanziario e contabile degli enti locali.


“Vogliamo lanciare un metodo nuovo per la città di Agrigento – dichiara il portavoce di Èpolis Paolo Minacori –  rivolto a tutte le forze politiche e a tutte quelle realtà associative, movimenti, comitati,  che intenderanno spendersi nelle prossime elezioni amministrative. Esortiamo ad abbandonare il solito sistema di “fiumi di candidati” con il solo scopo di rastrellare più voti possibile, per individuare un numero adeguato di personalità, sul quale concentrare un’ attività formativa ad hoc.  Vorremmo che i professionisti della politica facessero un passo indietro, per dare spazio a volti nuovi, soprattutto a donne e giovani – conclude Minacori .“.

L’espressione  “formare per governare” richiama il monito di Luigi Einaudi “conoscere per deliberare”, due affermazioni importanti dalle quali dipende lo sviluppo ed il benessere sociale, culturale ed economico della comunità agrigentina.

Nell’ottica di Èpolis la formazione per coloro che governano e governeranno è senza dubbio un dovere; i futuri amministratori devono e dovranno svolgere in maniera precisa e consapevole il proprio mandato di amministratore. Per ben governare è sufficiente che gli amministratori eletti siano espressione della volontà democratica della comunità locale, ma è sempre meglio che essi abbiano una conoscenza approfondita dei contesti normativi e delle potenzialità che possono esprimere”. L’iniziativa verrà proposta nel mese di gennaio 2011.