Droga, tre arresti nell’Agrigentino nel ponte dell’Immacolata

Nelle ultime ore, nell’ambito di una intensificazione dei controlli su strada disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Agrigento, nel corso di due distinte operazioni, sono state tratte in arresto complessivamente tre persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, viene spiegato in una nota, i Carabinieri della Compagnia di Cammarata hanno sorpreso a Santo Stefano di Quisquina, nelle vie del centro cittadino, una coppia di giovani che alla vista dei militari dell’Arma ha tentato la fuga a forte velocità ed a bordo di un’auto, per le vie del centro storico ma fortunatamente, i due sono stati poco dopo raggiunti e bloccati da una gazzella del Nucleo Radiomobile. A seguito di immediata perquisizione personale, sono saltate fuori dalle loro tasche varie dosi di marijuana, del peso complessivo di circa mezzo etto, poste sotto sequestro. I due, Paolo Madonia, 26 enne, operaio ed una ragazza, 18 enne del luogo, sono stati ristretti agli arresti domiciliari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nel corso di un altro servizio espletato a Casteltermini, i militari della Compagnia di Cammarata hanno notato un individuo che stava osservando in modo sospetto alcuni giovani del luogo, in pieno centro storico. E’ scattato così il controllo nei suoi confronti ed il soggetto Antonino Iacono, 22 enne del posto, è stato trovato in possesso di alcune dosi di marijuana e di circa 600 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio.  Sono così scattate le manette nei suoi confronti, venendo associato agli arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Le attività svolte, rientrano nell’ambito di una intensificazione dei controlli sul territorio durante il fine settimana, disposta dal Comando Provinciale Carabinieri Agrigento, al fine di garantire la sicurezza pubblica nei luoghi di aggregazione e nelle aree maggiormente frequentate dai giovani.