VIDEO | NOT, il giro d’Italia dei vini naturali: più di 100 vignaioli e 500 etichette in degustazione a Palermo

Un vero e proprio viaggio in giro per l’Italia attraverso i vini che esprimono la naturalità, l’artigianalità, le peculiarità dei vari territori dal Nord al Sud della penisola. E’ andata in scena ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo la prima edizione di NOT | Rassegna dei vini franchi che ha riunito per la prima volta al centro del Mediterraneo oltre 100 piccoli produttori e vignaioli provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero. Più di 500 vini in degustazione, centinaia gli operatori del settore e i giornalisti accreditati, più di 1.500 – secondo gli organizzatori – le presenze durante i tre giorni dell’evento, inaugurato sabato scorso e chiuso oggi (lunedì 14 gennaio). I Cantieri Culturali alla Zisa sono così diventati l’hub di riferimento per il movimento culturale dei piccoli produttori che sta facendo la sua parte nel grande scenario enologico, diffondendo una pratica del vino che mette al centro la figura del vignaiolo, il lavoro artigianale, la salvaguardia della natura e dell’identità territoriale.

In questo primo video conosceremo i vini siciliani delle Cantine Barbera di Menfi e dell’azienda agricola Le Sette Aje di Santa Margherita Belìce della provincia di Agrigento e poi ci sposteremo in Lombardia, per assaggiare le bollicine dell’azienda 1701 Franciacorta di Cazzago San Martino (Brescia). Poi andremo in Campania a Monte di Grazia di Tramonti (Salerno) e in Abruzzo per assaporare i vini dell’azienda agricola Caprera Pietranico (Pescara).

Nel secondo video conosceremo alcuni dei produttori dell’associazione Renaissance Italia. Sono 48 le aziende agricole e le cantine che ne fanno parte, a NOT ne abbiamo conosciute alcune dalla Sicilia al Friuli Venezia Giulia passando per le Marche: come Porta del Vento di Camporeale (Palermo), Denis Montanar di Villa Vicentina e Col di Corte di Montecarotto (Ancona).

NOT è organizzato da Franco Virga e Stefania Milano di Good Company, società che gestisce una delle realtà più dinamiche della ristorazione palermitana con 4 insegne (Gagini Restaurant, Aja Mola, Buatta, Bocum) da Giovanni Gagliardi e Manuela Laiacona dello studio di consulenza Gagliardi Associati che si occupa di progettazione di contenuti e materiali di comunicazione per le imprese e le istituzioni del comparto agroalimentare. Partner di Not sono Giusy Vitale e Giuseppe Prezzemolo ideatori del format Prezzemolo&Vitale. Il virtuoso modello di retail, tra bottega e gdo, adesso con un seguito di consumatori anche a Londra, sostiene le produzioni territoriali, le identità gastronomiche degli areali siciliani e italiani, in prima linea nella valorizzazione della qualità delle materie prime e del cibo. P&V ha anche impostato la cantina con un focus sui vini franchi, facendo rete con piccoli produttori e vignaioli isolani e non solo. Tra le iniziative di educazione al gusto avviate dalla coppia palermitana si inseriscono proprio la divulgazione e l’avvicinamento a questa tipolgia di vini con appuntamenti di degustazione dedicati al consumatore.

In questo video andremo in Emilia Romagna per conoscere i vini di Marinferno di Ziano Piacentino (Piacenza), poi in Toscana conosceremo quelli della Fabbrica di San Martino di Lucca e di Altura Vigneto Isola del Giglio (Grosseto). Poi in Calabria a Cirò Marina (Crotone) per gustare i vini di Cataldo Calabretta, infine in Sicilia: tappa da Elios ad Alcamo (Trapani), e da Cos a Vittoria (Ragusa).

Nella foto in alto i vini Altura Vigneto prodotti in Toscana all’Isola del Giglio