Carnevale di Sciacca 2019, parte il conto alla rovescia: tanti personaggi della politica sui carri allegorici

Si va dal sindaco, Francesca Valenti, al ministero dell’Interno, Matteo Salvini. Nella migliore tradizione carnascialesca, sui carri allegorici di Sciacca anche quest’anno tanti personaggi del mondo della politica, come racconta il Giornale di Sicilia oggi in edicola. Ed è proprio la qualità dei carri che è stata esaltata, ieri sera, in occasione della presentazione della festa, al Museo del Carnevale. Con il sindaco, Francesca Valenti, e l’assessore allo Spettacolo, Mario Tulone, l’amministratore della Futuris, Giuseppe Corona. Il Comune, quest’anno, per la prima volta ha affidato l’intera organizzazione della manifestazione a un privato anche per tagliare i costi e quest’anno vuole ridurre il badget rispetto a 20l8, un taglio non ancora quantificato esattamente, ma che si dovrebbe aggirare intorno a 70 mila euro.

Tutti i protagonisti della festa quest’anno sono impegnati. C’è il ritorno di Calogero Gulino «Peppe Nappa» e sul palco, tra i presentatori, anche di Accursio Scarpitta, che era lontano da alcuni anni. Presenterà il Carnevale assieme a Rosy Abruzzo, Roberta Mandalà e Mauro Piro. Quest’anno un giorno in più di sfilate dei carri rispetto al passato visto che le opere in cartapesta entreranno in azione, in via Cappuccini, già venerdì primo marzo e fino a martedì 5. Giovedì 28 febbraio, invece, esibizione dei carri allegorici, alle 18, in via Giuseppe Licata, e dalle 21 sul palco di piazza Angelo Scandaliato.

«Vivi il Carnevale, non perderlo nell’alcol». È lo slogan della campagna di informazione e sensibilizzazione finalizzata a contrastare l’uso di alcol in occasione della prossima edizione del Carnevale di Sciacca. L’iniziativa è promossa dal Comune di Sciacca, con l’assessorato alle Politiche Sociali, di concerto con il Servizio Tossicodipendenza del distretto sanitario di Sciacca dell’Asp e in collaborazione con la Futuris. «Il Carnevale – spiegano il sindaco Francesca Valenti e l’assessore Gisella Mondino – deve essere un momento di spensierato e sano divertimento, una festa dell’allegria e del coinvolgimento».