Quota 100, il sindaco di Agrigento: ”Occorre che s’intervenga perché i posti resi vacanti siano coperti

“Progressivo impoverimento di risorse umane oltre che di risorse finanziarie. I Governi nazionali e regionali rendono sempre  più difficile la normale amministrazione dei Comuni. O confidano in sindaci capaci di fare magie o, come penso, non si curano delle conseguenze sugli enti locali. Quota 100 difende il diritto alla quiescenza, ma occorre che s’intervenga perché i posti resi vacanti siano coperti. L’ Anci avvii al più presto un confronto col  Governo nazionale perché si dia il via libera ai concorsi per dotare i Comuni di risorse umane e per rigenerare le amministrazioni comunali dove al momento si combatte la vera battaglia contro le povertà e contro il degrado”. Così il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto sulla Quota 100 che permette di anticipare l’età pensionabile ma che renderebbe più difficile la normale amministrazione dei Comuni.