I servizi segreti mettono in guardia il governo sul rischio di attacchi razzisti prima delle Europee

Allarme degli 007 sul rischio di un aumento degli episodi di intolleranza nei confronti degli stranieri in vista delle Europee di maggio. I Servizi Segreti, nella relazione consegnata al Parlamento, parlano di “rischio concreto” e ricordano che già si sono registrati comportamenti “marcatamente razzisti e xenofobi” da parte di formazioni di estrema destra con “episodi di stampo squadrista”. I servizi hanno riferito che in vita delle Europee saranno monitorati eventuali indizi di influenza, interferenza o condizionamento del processo elettorale. La relazione è stata presentata alla presenza del premier, Giuseppe Conte, che ha chiesto più solidarietà all’Ue sui migranti e ha auspicato “un mondo in cui i popoli siano i soli padroni del loro destino, dove le soluzioni militari vengano aborrite, dove i problemi si risolvono con la logica del dialogo e dell’inclusività”. Gennaro Vecchione direttore generale del Dis, ha riferito che è stato riscontrato “l’utilizzo sporadico e non strutturale dei canali dell’immigrazione clandestina, per il trasferimento in Europa di estremisti sub-sahariani”. (AGI)