Lavoro, Perconti (M5s): ”Tagliati oneri Inail, 500milioni di risparmi per le imprese nel 2019”

“Al fine di favorire una pronta ripresa per le PMI e ridare slancio produttivo anche ai territori meno avvantaggiati, abbiamo intaccato ciò che da anni crea problemi alle imprese e impedisce il rilancio dell’occupazione: il costo del lavoro”. Lo dichiara Filippo Perconti, portavoce alla Camera del Movimento Cinque Stelle e componente della Commissione Lavoro. “Iniziamo con il taglio degli oneri Inail, che rappresenta un sgravio attesissimo dalle imprese che otterranno un risparmio di risorse da investire – asserisce il deputato pentastellato – anche per l’assunzione di nuovo personale; le tariffe caleranno in media del 32% per oltre 500 milioni di euro di risparmi per le aziende nel 2019”.

“Di primaria importanza garantire una retribuzione equa al lavoratore, in modo da assicurargli una vita e un lavoro dignitoso in condizioni di sicurezza, grazie all’introduzione di un salario minimo orario; per tutti i settori produttivi in cui la retribuzione minima non sia fissata dalla contrattazione collettiva, sarà stabilito per legge che ogni ora di ogni lavoratore non possa essere pagata al di sotto di una certa cifra. Similmente non potranno essere più gratuiti neppure gli apprendistati per le libere professioni”, conclude Perconti.