Bomba in spiaggia a Cinisi, esercito la fa esplodere

Genieri del 4/o Reggimento Genio Guastatori di Palermo sono intervenuti per il disinnesco di un ordigno rinvenuto sulla spiaggia di Cinisi. Il residuato bellico risalente alla prima guerra mondiale è stato identificato dai militari come una bomba a mano Lenticolare M14 di fabbricazione italiana contenente circa 200 grammi di esplosivo. Il pessimo stato di conservazione dell’ordigno, essendo stato costruito oltre 100 anni fa, ha reso impossibile spostarlo in sicurezza in una cava per la distruzione, quindi è stato neutralizzato sullo stesso luogo del rinvenimento. La detonazione è avvenuta in sicurezza sulla spiaggia di Cinisi grazie alla creazione di una protezione con sacchetti di sabbia che ha fermato le schegge generate dall’esplosione. Sono già una decina i residuati bellici rinvenuti in Sicilia che i militari del 4° Reggimento Genio Guastatori di Palermo hanno distrutto nel 2019, mentre nel corso del 2018 con 91 interventi hanno bonificato 266 ordigni, rinvenuti in tutte le provincie della regione. (ANSA)