”La violenza sulle donne è un labirinto”, nasce un sito per starne fuori

La violenza sulle donne, fisica e o psicologica, quella non episodica ma sistematica è come un labirinto: entrare è facile, uscire no. La conoscenza e la consapevolezza di quello che è o non è amore è il primo passo per uscire: dirlo a se stesse, a chi ci sta vicino, aprire gli occhi perchè la violenza non è amore. Una vittima di violenza sperimenta una sensazione di paura e smarrimento che è, per certi versi, assimilabile al perdersi dentro un labirinto. Entrarci, in un labirinto, è facile e veloce e tutti pensano che trovare la via d’uscita sia un gioco da ragazzi. Ma la verità è che uscire da un labirinto è maledettamente complicato, ma quando lo scopriamo è troppo tardi. Cioè, sappiamo che c’è una via d’uscita, ma facciamo fatica a trovarla. E più non la troviamo più la sensazione di paura e smarrimento aumenta, in un drammatico circolo vizioso (non a caso si è soliti descrivere la violenza come una spirale).

Fa’ la cosa giusta, la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili (8-10 marzo 2019), quest’anno con una sezione #PluraleFemminile che ragiona sul tema delle donne e dell’8 marzo,  Caritas Ambrosiana, Cooperativa Farsi Prossimo Onlus, SVS Donna Aiuta Donna Onlus, Soccorso Violenza Sessuale e Domestica, presentano Il Labirinto, un percorso esperienziale in 10 minuti per imparare a riconoscerne i segni. La violenza nella coppia ad esempio inizia da piccoli gesti e parole, atteggiamenti, apparentemente innocui, che ripetuti possono diventare una spirale soffocante e pericolosa di incomprensione e rancore, dentro la quale, quasi senza accorgersene, si rimane intrappolati come in un labirinto. Ci sono indizi sottili, spesso ambigui, un tortuoso procedere di atti, frasi, sottintesi che si autoalimentano: chi è maltrattato spesso non riconosce i segni premonitori di un comportamento destinato a diventare violento e fuori controllo; e quando se ne accorge è già diventato difficile uscirne. Può essere utile visitare il sito, stannefuori.it, che aiuta a definire (e dunque a riconoscere) la violenza e a fare un percorso secondo vari punti di vista: la violenza nella relazione di coppia, la violenza in famiglia come maltrattamento, la violenza nelle relazioni fra pari. (ANSA)