Vinitaly 2019, premiati tre vini Baglio del Cristo di Campobello al concorso 5StarsWines

Anche nell’edizione 2019 del Vinitaly importanti riconoscimenti per la cantina Baglio del Cristo di Campobello. Tre i vini dell’azienda vinicola della famiglia Bonetta premiati al concorso enologico internazionale 5StarsWines, la selezione annuale di vini organizzata da Vinitaly. Tenuta appena prima della più grande fiera sul vino italiano al mondo che quest’anno si svolge dal 7 al 10 aprile a Verona, l’evento è giunto quest’anno alla sua terza edizione. 5StarWines è una degustazione di tre giorni che punta i riflettori su tutte quelle cantine che investono nel miglioramento dei loro prodotti. Durante l’evento, una giuria di professionisti del settore altamente qualificati degusta e da un voto in centesimi ai vini partecipanti.

Ecco i 3 vini Sicilia Doc di Baglio del Cristo di Campobello premiati all’edizione 2019 di 5StarWines: Adènzia rosso 2016 Nero d’Avola e Syrah punteggio 91; Lalùci 2018 Grillo 100%; punteggio 91; e Laudàri 2017 Chardonnay 100% punteggio 90. 5StarWines – the Book è la guida dei vini selezionati durante l’evento 5StarWines. The Book è uno strumento utile sia sul versante promozionale che su quello commerciale. Introduce buyer internazionali e wine lover di tutto il mondo a nuovi prodotti vitivinicoli di grande valenza. È garanzia di qualità per i vini in essa contenuti e certifica il loro valore a livello internazionale.

“Baglio del Cristo di Campobello, in un luogo incontaminato, dalle infinite sfumature ambientali, vocato alle tradizioni religiose locali e coltivato con passione e dedizione dai suoi tre padri di famiglia. Alla ricerca, con ogni vendemmia, di nuovi traguardi, di una nuova opportunità di miglioramento. Vi aspettiamo al Vinitaly 2019! Padiglione 2 Sicily – Stand 53 C”, questo il messaggio dell’azienda su Facebook alla vigilia del Vinitaly.

Due le novità in arrivo nella cantina Baglio del Cristo di Campobello. “Si tratta di due spumanti metodo classico realizzati con le nostre uve del cuore, il Nero d’Avola e il Grillo”, ha annunciato nei giorni scorsi Carmelo Bonetta, patron dell’azienda vinicola di Campobello di Licata in provincia di Agrigento, in un’intervista a cronachedelgusto.it. “Sono in affinamento per 36 mesi. Otteremo un Nero d’Avola Metodo classico rosato e un Grillo Metodo Classico. C’è anche un 50 mesi, ma è presto per parlarne. Assaggiamo le bollicine ogni giorno e tutto procede secondo i nostri piani. Perché nella mia azienda i prodotti escono solo quando sono perfetti. Questo delle bollicine – spiega Carmelo Bonetta – è un progetto che nasce tanti anni fa. Ma dietro ci sono tanti studi, desideriamo capire come il nostro consumatore potrebbe prendere una novità del genere, se potrebbe funzionare. Noi, e lo abbiamo nel nostro Dna, usciamo sul mercato con un prodotto perfetto. E sarà così anche per le bollicine. Siamo convinti che era venuto il momento di osare e fare questa tipologia di prodotto. I nostri terreni, gessosi, si prestano a queste cose”.