20 Aprile 2024
Agrigento e ProvinciaCronaca

Montallegro, condannato per mafia evade dai domiciliari: arrestato dai carabinieri

Nonostante il braccialetto elettronico è evaso – secondo l’accusa – dagli arresti domiciliari. Innescatosi però l’allarme, lanciato appunto dal marchingegno chiamato braccialetto elettronico, i carabinieri della stazione cittadina, guidati dal maresciallo Salvatore Pecoraro, hanno immediatamente avviato le ricerche. Coe riporta il Giornale di Sicilia, Vincenzo Marrella, 45 anni, di Montallegro è stato ritrovato, dai militari dell’Arma, mentre camminava in mezzo ad una strada. È stato subito arrestato e ricollocato agli arresti domiciliari. Vincenzo Marrella, nell’ottobre dello scorso anno, venne condannato – dai giudici della prima sezione penale del tribunale di Agrigento, presieduta da Pietro Maria Falcone con a latere Agata Anna Genna e Gianfranca Claudia Infantino – a 16 anni di carcere. Allora, la prima sezione penale del tribunale di Agrigento decise 10 condanne e una sola assoluzione nei confronti degli imputati del troncone ordinario della maxi inchiesta antimafia denominata «Icaro».