Sea Watch, Amnesty: Carola non sia indagata per aver salvato vite umane

All’indomani della decisione della Giudice per le indagini preliminari di Agrigento di disporre il rilascio della comandante della nave Sea Watch 3 Carola Rackete, Elisa de Pieri – ricercatrice di Amnesty International sull’Europa meridionale – ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Questa decisione è un gradito sollievo per coloro che stanno dalla parte dei diritti umani. Carola Rackete ha messo in gioco la sua libertà per assicurare la salvezza di altre persone. Le sue azioni dovrebbero essere encomiate anziché criminalizzate ed è amaramente ironico che sia lei a essere sul banco degli imputati”.