Suv uccide bimbi, pm: Greco in carcere solo per omicidio stradale

Rosario Greco, conducente del Suv che a Vittoria (Ragusa) ha falciato e ucciso i cuginetti undicenni Alessio e Simone D’Antonio, e’ in carcere solo per il reato di omicidio stradale. Lo dice all’AGI il procuratore di Ragusa, Fabio D’Anna. “In riferimento ad alcune notizie di stampa – afferma il capo della Procura iblea – si precisa che sin dall’inizio, al signor Rosario Greco, soggetto che ad oggi non ha riportato condanne, e’ stato contestato il reato di omicidio stradale aggravato plurimo in relazione al quale e’ stata richiesta e ottenuta dal gip la misura cautelare in carcere. Lo stesso risulta altresi’ indagato per il reato contravvenzionale di porto ingiustificato di oggetti atti a offendere rinvenuti nella sua autovettura”. Il procuratore chiariche che “il reato di omissione di soccorso e’ stato contestato solo ai tre passeggeri dell’autovettura che, per come si evince chiaramente da immagini ed elementi investigativi acquisiti, si sono allontanati dal luogo del sinistro a differenza del signor Greco che si e’ trattenuto sui luoghi per oltre venti minuti ed e’ stato trovato dalla polizia che ha proceduto al suo arresto in flagranza di reato, a poca distanza dal luogo in cui e’ avvenuto il fatto”. (AGI)