Sea Watch, sit-in per Carola ad Agrigento: ”Salvare non è reato”

“Salvare vite umane non e’ reato”. Uno striscione bianco con vernice rossa e’ stato esposto davanti al tribunale di Agrigento dove e’ in corso l’interrogatorio di Carola Rackete, la comandante di Sea Watch accusata di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e disobbedienza a nave da guerra. “E’ ora di prendere posizione – dicono gli attivisti della Rete delle Associazioni e di libere e liberi cittadini di Agrigento diffondendo anche un volantino – a sostegno delle azioni di soccorso in mare delle Ong e degli atti di resistenza civile operati da attiviste e attivisti contro il clima di paura nei confronti dello straniero e delle diversita’”. Due carabinieri, avvisati dal personale di vigilanza ai varchi del palazzo di giustizia, hanno chiesto la rimozione dello striscione essendo nell’area interna del tribunale. (AGI)