Mafia, Dia: Cosa Nostra ancorata a radici si proietta oltre i confini

Legata alla terrotorialità, ma con mire e profitti che vanno ben oltre l’isola siciliana. E’ quanto emerge dalla relazione della Dia relativa al II semestre 2018 sulla presenza, in Italia e all’estero, di Cosa Nostra. “Saldamente ancorata alle proprie radici territoriali, ma anche proiettata ben oltre i confini nazionali, Cosa nostra si presenta ancora come un’organizzazione verticistica, unitaria e tradizionalmente strutturata in famiglie raggruppate in mandamenti nella parte occidentale e centrale della Sicilia”, si legge nel report.

“Proiettata in ambito nazionale e estero, Cosa nostra si fa’ impresa, grazie alla cospicua disponibilità di capitali frutto di attività illecite, eludendo le normative fiscali, assumendo personale in nero, non pagando i propri fornitori e avvalendosi sempre più di professionisti collusi, imprenditori e soggetti insospettabili, che non esitano a porsi a disposizione in un rapporto di reciproco interesse e vantaggio”, sottolineano gli investigatori. (LaPresse)