Caso Arata, Miccichè annuncia querela contro Repubblica alla cerimonia del Ventaglio

Fuoriprogramma alla cerimonia del Ventaglio all’Ars. Il presidente del Parlamento siciliano, Gianfranco Micciche’, ha annunciato di avere presentato querela per diffamazione nei confronti del quotidiano ‘la Repubblica’ per alcuni articoli riguardanti la sua audizione in commissione Antimafia sul caso Arata. “Ricevo il ventaglio con infinito piacere ma anche con grande amarezza – le parole di Micciche’ -, sono avvilito da questo tipo di giornalismo. Cosa bisogna fare affinche’ la liberta’ di stampa non diventi liberta’ di offesa?”. L’accusa di Micciche’ muove i passi da un titolo e da un passaggio di un articolo del quotidiano. Il titolo recita: ‘Micciche’ smentisce l’incontro con Arata’. “Ma nella mia audizione ho detto proprio il contrario – ha sottolineato il presidente dell’Ars -, comunicando luoghi e orari in cui avevo incontrato Arata. Quel titolo – e’ il pensiero di Micciche’ – voleva farmi passare per bugiardo. La calunnia e’ un venticello…”. E ancora: “Sono molto stanco e dispiaciuto da attacchi e comportamenti che non merito, come non li merita questa Assemblea che sta cercando di migliorare in tutto”. A Palazzo dei Normanni era presente anche un cronista de ‘la Repubblica’ che, alle parole di Micciche’, ha abbandonato la sala stampa. (Dire)