Disabili psichici in comunità, sindaco Raffadali: ”Verso risoluzione questione pagamento rette ricovero”

“Dopo anni di contrapposizioni e di contenziosi giudiziari, il grave problema del pagamento delle rette di ricovero dei disabili psichici sembra avviato a soluzione. Le vigenti norme nazionali e regionali sull’integrazione sanitaria prevedono che per i ricoveri di disabili psichici nelle Comunità alloggio, la retta venga ripartita tra i Comuni che sono onerati della parte sociale e le Aziende Sanitarie Provinciali, sulle quali grava la quota sanitaria. I Comuni, secondo la vigente normativa, tuttavia, sono obbligati ad anticipare alle Comunità, anche la parte sanitaria della retta. Sul punto, i contenziosi sono sempre più numerosi in quanto le Aziende Sanitarie, spesso, non corrispondono ai Comuni le somme dovute per legge. I Comuni, pertanto, hanno avviato il recupero forzoso di quanto dovuto dalle ASP, attraverso il ricorso all’Autorità Giudiziaria”.

Lo scrive in una nota il sindaco di Raffadali e consigliere regionale dell’ANCI Silvio Cuffaro, che aggiunge: ” Proprio in questi giorni, il Comune di Raffadali, in particolare, con il patrocinio dell’avvocato Maurizio Bongiorno, ha ottenuto dal Tribunale di Agrigento, l’emissione di un Decreto Ingiuntivo di circo 660.000,00 euro che dovrà pagare l’ASP di Agrigento. Ma tanti altri contenziosi tra ASP e Comuni restano pendenti e rischiano di creare in molti Comuni il dissesto finanziario. Proprio stamattina su richiesta dell’ANCI-Sicilia ed in particolare del Sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro, che da anni porta avanti, quasi in solitario, la delicata problematica, si è avuta l’Audizione in VI commissione legislativa dell’A.R.S., presieduta dall’on. Margherita La Rocca Ruvolo, molto sensibile alla questione. Nel corso dell’audizione i rappresentanti dell’ANCI e Silvio Cuffaro, in particolare, hanno sollecitato, con forza, la risoluzione della problematica, con la richiesta del riconoscimento da parte dell’Assessorato regionale Salute e, per esso, dalle Aziende Sanitarie Provinciali delle somme dovute ai Comuni, quale quota sanitaria per il ricovero dei disabili psichici in Comunità.

Presenti all’Audizione gli assessori regionali alla Salute, Ruggero Razza e alla Famiglia e Politiche Sociali, Antonio Scavone, i quali hanno assunto l’impegno di costituire in tempi brevissimi un Tavolo tecnico, per il monitoraggio dei contenziosi in corso e per la quantificazione delle somme dovute dalle ASP ai Comuni, nonché per l’istituzione dell’accreditamento unico per le strutture socio-sanitarie che ricoverano disabili e anziani non autosufficienti. Ringrazio gli assessori Razza e Scavone – ha dichiarato Silvio Cuffaro- che dopo tanti anni di inerzia dei passati Governi, hanno assunto un impegno preciso per la definizione delle quote delle rette da ripartire tra ASP e Comuni e per la chiusura dei contenziosi in corso, con il riconoscimento del diritto dei Comuni ad ottenere il rimborso della quota sanitaria, già anticipata per conto delle ASP.

Ringrazio, altresì, la presidente della VI commissione l’on. Margherita La Rocca Ruvolo, che con tenacia ha convocato più volte la Commissione per affrontare e risolvere l’annosa questione. Un ringraziamento, anche, al vice presidente dell’ARS, on. Roberto Di Mauro che con abile tessitura politica ha favorito il dialogo tra gli assessori alla Salute ed alla Famiglia e Politiche Sociali e l’ANCI Sicilia. Vigileremo – ha continuato Silvio Cuffaro – affinché il tavolo tecnico, concluda al più presto i lavori, riconoscendo ai Comuni le spettanze pregresse dovute dalle ASP al fine di prevenire, possibili, dissesti finanziari di molti Enti Locali.Mi preme sottolineare – ha concluso Cuffaro – che l’assessore Razza, rispondendo ad una mia precisa domanda, ha riconosciuto il diritto dei Comuni ad inserire nei bilanci dell’anno in corso le somme attese dalle Aziende Sanitarie”.